Seminari clinici di gruppo
Percorso formativo in 6 incontri di intervisione in piccolo gruppo
per psichiatri e psicologi che lavorano nelle istituzioni di salute mentale

Il ciclo di incontri è rivolto a psichiatri e psicologi che lavorano nei servizi per la salute mentale o nelle strutture ospedaliere, residenziali e riabilitative, pubbliche e private, con lo scopo di ripensare in gruppo casi clinici complessi, in particolare quelli che si connotano per l’impegno richiesto all’equipe curante e per l’alto grado di sofferenza dei pazienti e degli operatori.
L’opportunità di sperimentare le potenzialità del lavoro creativo di gruppo in uno spazio protetto, sottratto almeno temporaneamente alle pressioni istituzionali e alle richieste di compiti impossibili, riteniamo possa essere specificamente utile per le situazioni cliniche che presentano aspetti di gravità o di cronicità, riavviando la possibilità di pensare nuove soluzioni.
La qualità esperienziale del percorso permette inoltre l’integrazione con le conoscenze teoriche e cliniche già presenti nell’iter formativo dei partecipanti.

6 incontri in piccolo gruppo, della durata di 2 ore, a cadenza mensile. Gli incontri si svolgono da remoto su piattaforma Zoom o, appena sarà possibile, in presenza presso la sede del Centro Psicoanalitico di Bologna, Via Cesare Battisti 24.
Attualmente è in corso il gruppo attivato da novembre 2021, condotto da due psichiatre del Centro Psicoanalitico di Bologna, membri associati SPI: dott.ssa Chiara Ghetti e dott.ssa Gabriella Minenna.
Dall’autunno 2022 sarà possibile iscriversi ad un nuovo gruppo.

Chi siamo

Siamo psichiatre che hanno lavorato nelle Istituzioni e questa storia è rimasta viva nel lavoro terapeutico di psicoanaliste, mantenendo attenzione al sociale e un approccio alla cura che tiene presente la complessità dei bisogni, le risorse del territorio, la necessità di dare risposte non stereotipate ma che nascano dall’elaborazione veramente trasformativa dell’incontro emotivo con la sofferenza di quel determinato paziente e del suo mondo relazionale.
Sappiamo che per fare ciò bisogna prendersi tempo e spazio per ri/pensare.
Nel lavoro con gli operatori della salute abbiamo prediletto l’esperienza di gruppo, e dopo anni ci sentiamo di affermare che ri/pensare in gruppo costituisce un’importante risorsa, perché poter usare il contributo di ogni partecipante permette di vedere il caso da più punti di vista, ottenendo una visione più ampia e magari una ri/soluzione nuova e inedita.

Perchè ripensare

Occuparsi di malessere psichico grave comporta l’impegno di sostenere quotidianamente i pazienti e le loro famiglie, modulare e rimodulare i progetti terapeutici, prestare orecchio a segnali di crisi a volte impercettibili o contenere esplosioni assordanti di crisi psicotiche che travolgono il paziente, la sua famiglia, i colleghi e se stessi. Ci si può trovare spesso a prendere decisioni difficili in cui non è semplice orientarsi pur disponendo della bussola della propria competenza clinica. Ci si può sentire esposti a pressioni insostenibili, oppure inchiodati dal senso di impotenza di fronte a situazioni cristallizzate, vite intrappolate.
L’esperienza ci mostra che per riprendere le fila di percorsi terapeutici bloccati o alla deriva può essere di aiuto trovare nuovi vertici di osservazione, che scorgano aspetti ancora sfuocati o sconosciuti del paziente e del sistema in cui vive, perché scissi, negati, troppo dolorosi o troppo inquietanti, finora non dicibili e non pensabili. Il confronto in gruppo può offrire l’opportunità di cogliere questi aspetti, soprattutto se si sfugge alla tentazione di arrivare velocemente al giudizio sull’operato di questo o quell’operatore, e si lascia lo spazio per mettersi in ascolto di ciò che offre l’intreccio degli sguardi dei diversi partecipanti, fino al prendere forma di nuove immagini.

Metodologia

Quello proposto è, secondo il modello dei Clinical Group Seminars, uno spazio di confronto clinico, o intervisione, in piccolo gruppo, che a partire dal racconto di un caso esposto da un partecipante permette di utilizzare il pensiero e la risonanza emotiva di ciascuno per produrre una nuova figura, o meglio ancora una nuova scena che rappresenti la situazione di quel paziente o dell’empasse in cui lui e l’equipe terapeutica sono coinvolti.
Il modello dei Clinical Group Seminars prevede un tempo definito di 2 ore, con un dispositivo di suddivisione del tempo che facilita la circolazione del pensiero e la partecipazione. Il caso viene portato a turno da uno dei partecipanti che avrà il tempo di rispondere alle domande allo scopo di chiarire il più possibile le informazioni, ma che poi si asterrà dal confronto rimanendo in ascolto di ciò che agli altri componenti del gruppo il suo racconto ha suggerito, sulla base anche di libere associazioni di idee, per poi avere ancora la parola sulle nuove immagini che hanno preso forma.
Il compito della coppia di conduttori è quello di fornire la cornice e l’ascolto che risuoni emotivamente su quanto il gruppo sta mettendo in scena, arrivando a una restituzione finale orientata ad apprendere dall’esperienza vissuta nel qui ed ora del gruppo.

Iscrizioni

Il nuovo gruppo si attiverà nell’autunno 2022. Sarà possibile iscriversi inviando una mail entro la data che verrà prossimamente definita, all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. a cui seguirà una risposta di conferma.
È previsto un numero massimo di partecipanti, che saranno accolti in ordine di iscrizione; il gruppo sarà attivato se verrà raggiunto un numero minimo.
Il costo per la partecipazione al percorso continuativo (6 incontri per un totale di 12 ore) è di € 150,00 IVA inclusa. Il pagamento va effettuato ad accettazione avvenuta.

We use cookies
Il nostro sito utilizza i cookie, ma solo cookie tecnici e di sessione che sono essenziali per il funzionamento del sito stesso. Non usiamo nessun cookie di profilazione.